Premio Hesperia - Comune di Meldola (FC)

Il Territorio | Storia, arte e cultura | Attività culturali | Premio Hesperia - Comune di Meldola (FC)

Premio Hesperia

Hesperia

Hesperia, vero nome Olga Mambelli (1885-1959), arriva al cinema dopo una lunga attività in un numero d'attrazione in auge nei teatri europei all'inizio del secolo: i "tableaux vivants". A scritturarla è Fassini, uno dei patròn della "Cines", il quale in questa mercuriale romagnola dalla matronale complessione fisica intravede una sicura personalità cinematografica. La affianca ad un corretto ed esperto partner, Ignazio Lupi, e ne fa l'interprete di una serie di melodrammi in due bobine, secondo lo standard dell'epoca, che la rendono immediatamente una beniamina delle plate cinematografiche.
"Passa per attrice tragica - rileva scherzosamente un suo biografo di qualche anno dopo - ma la trovo efficace anche nelle parti allegre; trovo anzi che il suo sorriso persuade più del suo cipiglio". E' indubbio che Hesperia si riveli attrice piena di comunicativa e straordinariamente duttile: in Zuma (1913) soggetto del ventunenne Augusto Genina, è addirittura una negra.
Legatasi al regista Baldassarre Negroni, che sposerà nel 1923 al suo ritiro dal cinema, Hesperia occupa alla "Tiber-film" di Roma nel 1915 il posto lasciato libero da Francesca Bertini, passata alla "Caesar", e tra le due attrici si svilupperà una gara di emulazione, saccheggiando entrambe il repertorio letterario e teatrale del tempo, Sardou, Bataille, Zola, Niccodemi. Il "clou" della rivalità si avrà con la contemporanea realizzazione di due versioni de La signora delle camelie, che divideranno nei giudizi pubblico e critica su chi abbia meglio reso gli spasimi di Margherita Gauthier.
Nei dieci anni della sua attività cinematografica, dal 1912 al 1922, Hesperia ha interpretato una settantina di film. Ne ricordiamo uno per tutti, andati per la maggior parte perduti: Il figlio di Madame Sans-Gene (1921), che costituì uno dei suoi maggiori successi. Il film tenne per circa un mese al "Quattro Fontane" di Roma a sala sempre esurita, ottenendo recensioni superlative, specie per l'interprete: "La Hesperia è riuscita addirittura superba nella difficile parte di Madame Sans-Gene: ha reso alla perfezione, oltre alla comicità, la parte passionale di madre che manca alla simpatica creatura di Vittoriano Sardou....".

Vittorio Martinelli (dal calendario "Italia" 1995) Atto Istitutivo del Premio
L'Accademia degli Imperfetti di Meldola istituisce il Premio Hesperia, intitolato alla celebre diva del muto, da assegnare annualmente a personalità del mondo dello spettacolo, inteso in tutte le su componenti di professionalità, creatività e passione.
Il Premio, mentre si propone di ricordare nel tempo la diva concittadina, intende sottolineare l'impegno e il merito di personaggi del diversificato mondo dello spettacolo, affermati o emergenti.
La realizzazione del Premio avviene in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Meldola, il Circolo Unione Cittadina e l'Accademia Perduta-Romagna Teatri.
Presidente onorario del Premio è il Sindaco di Meldola.
La Commissione Esecutiva è composta al Consiglio di Presidenza dell'Accademia degli Imperfetti, dal Presidente e da due Consiglieri del Circolo Unione Cittadina, dal Presidente dell'Accademia Perduta Romagna Teatri, dall'Assessore alla Cultura e dal Responsabile dei Servizi Culturali del Comune di Meldola. L'assessore ne assume la presidenza.
Il segretario del Premio è il Presidente dell'Accademia degli Imperfetti. Per l'assegnazione del Premio (targa in argento dello scultore G. Bucci) la Commissione esecutiva si avvale della collaborazione critica di alcuni esperti. 

Albo d'Oro Premiati

Edizione 1997
Cesare Gallino
Sergio Corucci
Maria Rosa Congia

Edizione 1998
Gennaro Cannavacciuolo
Daniela Piccari
Laura Carli

Edizione 1999
Ivano Marescotti
Raffaello Baldini
"La Cumpagnì dla Zercia"

Edizione 2000
Mauro e Andrea Monticelli (Il Teatro del Drago)
Edgardo Forlai
Stefano Giunchi

Edizione 2001
Wilma Vernocchi
Fernando Battaglia
Giancarlo Cobelli

Edizione 2002
Bruna Lelli
Augusto Gimelli
Vittorio Ricci
Giuseppe Pullini
Accademia Perduta - Romagna Teatri

Edizione 2003
Vittoria Ottolenghi
Antonio Taglioni
Roberto Giovanardi
Rosanna Pasi
Cristiano Fagioli
Monica Francia
Giulia Staccioli
Mauro Astolfi
Giorgio Rossi
Selina Bassini

Edizione 2004
Moira Orfei
David Larible

Edizione 2005
The Good Fellas
Fabio Petretti (Pe3tti)
Germano Montefiori
Romualdo Ravaioli

Edizione 2006
Lena Bucci
Davide Cocchi
Gianfranco Miro Gori
Le Belle Bandiere
Giuseppe Turroni (premio alla memoria)

Edizione 2008
Giovanni Nadiani

Edizione 2010
Loretta Fiumana
Giovanni Garoia
Vittorio Pretolani
Ezio Battistini

Edizione 2012
Meldola Jazz Band

Edizione 2014
Pupi Avati

Edizione 2018
Claudio Casadio
Orchestra Bruno Maderna

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2913 valutazioni)